impermeabilizzazioni per superfici

Attività di impermeabilizzazione delle superfici

In contesti civili ed industriali le attività di impermeabilizzazioni per superfici grazie alle stesure a base di resina hanno assunto una valenza sempre più elevata grazie ad un’autentica crescita esponenziale di soluzioni ideali per impermeabilizzare ogni tipo di superficie (con finitura liscia o antisdrucciolo) e dalla vasta disponibilità di personalizzazione sia in termini di colori che di finiture.

Queste particolari tipologie di rivestimenti in resina di tipo epossidico si concretizzano in stesure tra i 6 e i 15 mm di spessore che non presentano fughe e delimitazioni e risultano altamente resistenti alle sollecitazioni meccaniche e agli agenti chimici, lavabili con una certa frequenza, grazie soprattutto all’assenza degli alti spessori presenti nei rivestimenti classici.

Fasi di stesura e di applicazione

La scelta di un trattamento in resina consente di recuperare facilmente le problematiche strutturali di pavimentazioni esistenti (quali avvallamenti e pendenze) ed è la soluzione più agevole ed economica per ripristinare pavimenti e superfici degradate, grazie alla possibile applicazione su massetti cementizi tradizionali, pavimenti in ceramica e substrati in calcestruzzo.

Quando ci si trova davanti a superfici orizzontali con un tasso di usura praticamente inesistente si preferisce optare per delle resine di natura decorativa, vantando anch’esse un’ottima resistenza.

Tali trattamenti in resina sono principalmente indicati per le pavimentazioni di ambienti come industrie chimiche, alimentari, meccaniche o per rivestire superfici interne ed esterne di parcheggi per negozi e centri commerciali; le scelte di effetti e finiture della resina sono veramente ampie e ciò consente il raggiungimento di standard elevati adatti a qualsiasi ambiente in cui tale pavimentazione in resina viene realizzata.

Il processo di impermeabilizzazione

Attraverso il processo di impermeabilizzazione in resina non vi è la necessità di smantellare i vecchi supporti ed è garantita una notevole facilità di posa. Data inoltre l’assenza delle fughe tipicamente presenti su superfici rivestite con parquet, piastrelle, gomma, linoleum, etc. sulle superfici monolitiche in resina non si vanno a creare punti di accumulo per lo sporco: di conseguenza la rimozione di polvere e quant’altro diventa un’attività semplice e veloce, garantendo così facile e costante pulizia.

Nel caso di superfici esterne da dover impermeabilizzare con la resina si deve anzitutto valutare lo status della pavimentazione da sottoporre al trattamento, in seguito si procederà inglobando il vecchio supporto; seguono vari cicli di stesura di resina per impermeabilizzazione, protettiva e non filmogena. Si ottiene così una superficie in resina con caratteristiche di estrema elasticità e tolleranza verso gli agenti esogeni, decisamente più affidabile ed evoluta rispetto alle soluzioni classiche adottate, quali l’impiego di mantelline e guaine.

Pronostici Calcio